C’è una lettera per te.

Cari lettori, appassionati, curiosi, esploratori, amanti delle ferrovie..

Sono qui seduta su questo sedile color blu scuro a pensare a questo anno che piano piano se ne sta andando. La piccola Alice, che tanto amo interpretare, sta facendo scorrere dentro al suo cuore tutti gli scorci più belli visti tra questi posti a sedere, tra questi lunghi corridoi che, percorrendoli, sembrano quasi non finire.IMG_0877

Le persone, i sorrisi, le piccole storie, quelle d’amore e quelle che invece rimangono lì ferme, quelle persone che corrono per non perdere l’ultimo treno che li porterà verso una meta che solo loro sanno. Scorre dentro alla piccola bimba curiosa dai capelli color sole di giugno, una pellicola cinematografica in cui sono impressi i momenti più belli, le emozioni e le piccole ma semplici scoperte in questo mondo incantato che riesce a vivere in un modo che soltanto lei conosce.

Un altro anno se ne va.

Il primo, passato a tenere sempre il muso all’aria e l’occhio svelto e attento, che non si perde mai una virgola di quello che accade in questo posto bellissimo chiamato “stazione”, per alcuni luogo di transito, per altri luogo di intensi vissuti difficili da dimenticare, scolpiti nell’anima, ricordi indelebili.

Tra un treno a vapore e uno regionale, il tempo è volato via come le foglie in autunno spazzate dal vento, il quale non da loro possibilità di rimanere ancora un attimo ad ascoltare il cuore pulsante della terra, che permette a milioni di persone di godersi lo spettacolo della rugiada mattutina attraverso vetri su percorsi ferrati, con una velocità che porta via non soltanto il corpo ma anche il cuore, avvologendolo con una ventata di sensazioni ed emozioni che solo un pendolare o un semplice esploratore può conoscere.

13

Ci aspetta un nuovo anno, pieno di treni, piccoli momenti che rimangono impressi nel cuore, pieno di persone, di sole, di gioia e magari anche qualche tristezza: la vita alcune volte sa donarci anche momenti in cui dal treno si vorrebbe scendere per non affrontare le cattiverie o i momenti di sconforto. Ma poi arriva la forza, e allora decidi di rimanere seduta e di andare a meta e scoprire…scoprire, con la stessa identica curiosità e l’entusiasmo di prima.

A voi tutti, un augurio grande come il mondo di poter vivere le meraviglie del mondo che vi circonda, di buone feste e un buonissimo 2018.

Ci sono ancora tante cose che aspettano solo di essere scoperte, nel piccolo grande mondo della ferrovia.

Vostra

Alice tra i binari

 

16

 

 

Un pensiero su “C’è una lettera per te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...